DUALENE EPX LAC

DESCRIZIONE E CAMPI D’IMPIEGO
Sistema epossidico bicomponente senza solvente lucido, autolivellante, per la vetrificazione decorativa di superfici orizzontali interne, soggette a solo traffico pedonale.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Sistema senza solvente utilizzabile agevolmente in ambienti interni; la sua viscosità consente l’utilizzo autolivellante; finitura lucida con buona resistenza meccanica; consente di inglobare oggetti per ottenere effetti decorativi. Per le sue resistenze meccaniche non è indicato per ambienti industriali; un forte traffico pedonale può provocare l’opacizzazione localizzata del rivestimento; per aumentare la resistenza al graffio trattare le superfici con cere o vernici protettive, che riducono comunque la brillantezza del sistema.
Raggiunge il massimo delle resistenze al completamento dell’indurimento, dopo ca. 8 gg. dall’applicazione in condizioni normali.

DATI PER L’APPLICAZIONE
Il supporto deve essere pulito, privo di sostanze che ostacolano l’adesione del sistema (cere, siliconi, tracce oleose), compatto e molto importante asciutto. La presenza di acqua nel supporto, senza opportuno trattamento preliminare, può provocare il distacco del rivestimento. Supporti cementizi nuovi devono essere stagionati da minimo 40 gg. Utilizzando il sistema come finitura su rivestimenti spatolati, attenderne la completa essiccazione; se di natura epossidica colare il prodotto entro max. 24 h (a 23°C). Se lo strato autolivellante trasparente si esegue su precedenti finiture, prepararle con adeguato irruvidimento meccanico superficiale, verificando sempre l’adesione della precedente finitura al supporto e del sistema epossidico sul prodotto in opera. Prodotto base e indurente vanno miscelati accuratamente prima dell’impiego, meglio se meccanicamente e la miscela si utilizza senza diluizione alcuna. Colare il prodotto e stenderlo a spatola, ripassando più volte la superficie con rullo frangibolle. Le condizioni dell’ambiente di lavoro devono essere tali da evitare che parti polverulente o altri corpi estranei possano cadere, inglobandosi, nel rivestimento alterandolo esteticamente. Nella sovrapplicazione tra singoli strati e di eventuali rivestimenti di finitura, operare entro le 12 – 16 h per non comprometterne l’adesione.
Pulire gli attrezzi subito dopo l’uso con diluente (nitro, per epossidici), o alcool etilico.
Operare a temperature comprese tra 15-30°C, anche del supporto (a T inferiori a 10°C, la catalisi non è completa), e con U.R. < 80%.

RESA
La resa varia in funzione della tipologia di supporto che si riveste, della sua ruvidità. Per 1 mm di spessore si consumano ca. 1,1 kg/m2. Per valutarla è opportuno eseguire preliminarmente delle prove.

DATI TECNICI
Rapporto di catalisi P.B./Ind. 100/55
(Valori 20 gg. a 25°C)
Densità 1,05 kg/L Viscosità 600 – 700 cps
Pot life della miscela (125 g a 25°C) 30-40 min.
Indurimento a 22 °C al tatto 6 h completo 8 giorni
pedonabilità min. 4 giorni con cautela
Resistenza all’abrasione (UNI EN ISO 7784-2 – CS 10 – 1 kg) 1000 giri Stabilità nelle confezioni originali 12 mesi

Contattaci per richieste o informazioni