DUALENE EPX PAV

DESCRIZIONE E CAMPI D’IMPIEGO
Smalto bicomponente a solvente, a base di resina epossidica, per la protezione di pavimentazioni interne, soggette a traffico pedonale e a mezzi di trasporto gommati. Prodotto caricato con caratteristica antiscivolo, particolarmente indicato per ambienti industriali con cicli di lavorazione che mantengono bagnata la pavimentazione.
Il prodotto non è idoneo per il trattamento di supporti soggetti ad acqua in controspinta e in generale umide, senza adeguato trattamento.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Le cariche impiegate garantiscono al rivestimento elevata resistenza all’abrasione, rendendolo idoneo al trattamento di superfici soggette ad usura o che per particolari condizioni (presenza di acqua, condensa, inclinazione), possono diventare scivolose. Il film protettivo impedisce la penetrazione nella pavimentazione di olio e acqua, conferendo buona resistenza chimica al supporto trattato.
Il prodotto è dotato di spiccata capacità adesiva. Il materiale raggiunge la massima resistenza meccanica dopo ca. 10 gg dall’applicazione, a 25°C.
La resistenza all’abrasione e la proprietà antiscivolo sono dirette conseguenze della ruvidità del rivestimento. In alcuni casi questa caratteristica può provocare elevata ritenzione di sporco. Per diminuirla, la superficie può essere trattata con specifiche vernici trasparenti che riducono la
ritenzione di sporco, facilitando la pulizia senza ridurre eccessivamente le proprietà antiscivolo.

DATI PER L’APPLICAZIONE
Il supporto deve essere pulito, privo di sostanze che ostacolano l’adesione del prodotto (cere, siliconi, tracce oleose), compatto; una leggera presenza di umidità non pregiudica l’adesione. La presenza di acqua in controspinta, non adeguatamente trattata, nella pavimentazione può provocare il distacco del rivestimento. Supporti cementizi nuovi devono essere stagionati da minimo 40 gg. Supporti assorbenti devono essere preliminarmente trattati con il fondo DUALENE EPX FTR (vedi scheda tecnica). Supporti molto lisci, con sostanze oleose assorbite in profondità e con in opera precedenti rivestimenti, devono essere irruviditi mediante opportuno intervento meccanico (pallinatura, fresatura, carteggiatura). Nel trattamento di superfici già pitturate, purché con il vecchio rivestimento ben ancorato al supporto, è necessario eseguire prima una campionatura per verificare l’adesione sul precedente prodotto
Prodotto base e indurente vanno miscelati accuratamente prima dell’impiego, se possibile meccanicamente.
Il prodotto si applica senza diluizione, eventualmente regolare la fluidità con max. 5% in volume di diluente per epossidici. Non eccedere nella diluizione per non ridurre gli spessori finali e con essi le prestazioni del rivestimento.
L’applicazione si esegue a rullo, pennello, spruzzo anche airless. Quando il primer di preparazione del fondo è essiccato, comunque entro 24 h, stendere il primo strato di finitura. Indipendentemente dal sistema applicativo adottato attenderne la completa essiccazione prima di applicare lo strato
successivo. Stendere lo strato finale entro 24 h per non comprometterne l’adesione sul precedente eccessivamente reticolato.
Per la pulizia degli attrezzi utilizzare diluente nitro o per epossidici immediatamente dopo l’utilizzo. Operare a temperature comprese tra 10-30°C (l’impiego sotto 10°C impedisce la reazione di catalisi), anche del supporto e con U.R. < 80%.
Per lo strato finale utilizzare prodotto di un unico lotto per evitare leggere differenze cromatiche.

RESA
La resa varia in funzione della ruvidità e dell’assorbimento del supporto. Lo spessore minimo di film secco da depositare per ogni mano al fine di ottenere una buona protezione, deve essere di 70 micron. Mediamente lo si ottiene trattando ca. 8-10 m2/L di prodotto. Un rivestimento ottimale deve prevedere uno spessore globale di film secco non inferiore a 120 micron, ottenuto applicando due mani con una resa media totale di 4-5 m2/L. In condizioni di usura elevata potrebbe essere necessaria una terza mano.

DATI TECNICI
Rapporto di miscela in peso (P base/Ind.) 87/13 (100/15,1)
Massa volumica 1,42 kg/L
Residuo secco in peso 65%
Residuo secco in volume 53%
Pot-life a 22°C ca. 6 h
Indurimento a 22 °C al tatto 6 h
completo 8 giorni
pedonabilità min. 48 h con cautela
Resistenza all’abrasione (UNI EN ISO 7784-2 – CS 10 – 1 kg) 1000 giri
Stabilità nelle confezioni originali 12 mesi

Contattaci per richieste o informazioni